Gibellina 1968 – otto minuti dopo le tre

Giuseppe Iannello_lancio.jpgMartedì 26 settembre, alle ore 17, lo Studio Museo Francesco Messina presenta la mostra fotografica “Gibellina 1968 – otto minuti dopo le tre. Giuseppe Iannello”, cui segue alle ore 18 la conversazione di Geminello Preterossi (Università di Salerno) con Alice Dal Borgo e Maria Fratelli intitolata “La forza dei luoghi come antidoto all’omologazione”.

L’esposizione, aperta fino al 22 ottobre, offre opere fotografiche stampate in bianco e nero di Giuseppe Iannello che ritraggono alcune immagini di archivio della vecchia Gibellina elaborate e proiettate dall’artista sul Grande Cretto di Alberto Burri, per far rivivere il luogo e le persone colpiti dal violento terremoto del 1968 e fissarli nella memoria storica.

Continue reading “Gibellina 1968 – otto minuti dopo le tre”

Annunci

CHIASSO (Svizzera): Into the Landscape

201709_consarcfotografie di Filippo Brancoli Pantera

La mostra è organizzata nell’ambito della decima edizione della Biennale dell’immagine che inaugura in spazi pubblici e privati nel Mendrisiotto e in più di 20 spazi in Ticino.
Questo giovane autore lucchese, che ha già lavorato ed esposto in Ticino nella Saletta della Fondazione Lindenberg a Porza, interpreta il tema della decima edizione della Biennale dell’immagine, indagando il paesaggio con un suo tratto originale, uno sguardo fresco e rinnovato, senza però dimenticare la grande scuola di paesaggio della fotografia italiana, primo fra tutti il suo concittadino Massimo Vitali.
Un paio di immagini di Filippo Brancoli Pantera saranno presenti anche nello spazio di OnArte, Minusio in una mostra collettiva pensata e curata da Cons Arc/Galleria, come già nella precedente felice collaborazione del 2016. Continue reading “CHIASSO (Svizzera): Into the Landscape”

FIRENZE: Il mio nome è Giulia / My name is Giulia

201709_casaabitataG a l l e r i a C a s a A b i t a t a – via del Trebbio, 14 rosso – Firenze
fotografie di Giulia Efisi – testi di Marco Vichi – a cura di Emanuela Costantini
Inaugurazione: venerdì 29 settembre 2017, alle ore 18,30

Dopo due tappe a Berlino, la mostra fotografica dell’artista toscana Giulia Efisi dal titolo Il mio nome è Giulia / My name is Giulia torna nella terra d’origine dell’autrice per dar vita a un evento inedito in cui il linguaggio della visione incontra quello delle parole. In occasione della mostra presso la Galleria fiorentina Casa Abitata, lo scrittore Marco Vichi ha composto un testo per ognuna delle immagini esposte, offrendo una lettura personale delle suggestioni all’origine dei frammenti visivi raccolti da Giulia Efisi con l’ausilio del mezzo fotografico. “Queste brevi frasi non sono vere didascalie, non raccontano la verità sugli scatti di Giulia Efisi, sono soltanto suggestioni scaturite dalla vista delle immagini, pensieri personali che invitano chi visita la mostra a fare altrettanto, o a non fare niente”, commenta Vichi. Continue reading “FIRENZE: Il mio nome è Giulia / My name is Giulia”

NUORO: Isole, un viaggio a Panarea e Lipari

201709_nuoroMostra fotografica di Cecilia Mangini

Emergono dal passato come delle madeleine, sotto il cielo di un’estate torrida la cui luce diafana si specchia sul mar Mediterraneo, inondando di sole due isole, Panarea e Lipari, così lontane (e così simili) alla Sardegna di ieri e di oggi. Sono cariche di anni, eppure sono incredibilmente attuali. Continue reading “NUORO: Isole, un viaggio a Panarea e Lipari”

VENEZIA: Linea di Galleggiamento

201709_r_nordio.jpgdi Roberto Nordio
Bistrot de Venise – San Marco 4685 – Calle dei Fabbri – VENEZIA
inaugurazione sabato 14 ottobre 2017 – ore 17:00
chiusura: 25 ottobre 2017
orari: 11:00 – 19:00 – tutti i giorni – ingresso libero
info: 041 5236651
e-mail: info@bistrotdevenise.com
web: http://www.bistrotdevenise.com

Roberto Nordio riesce a coniugare una tecnica rigorosa e la puntigliosa ricerca della compiutezza formale con una cifra espressiva fortemente emotiva. Il suo sguardo si sofferma con delicatezza sulla natura, le città, luoghi e riesce a cogliere con acuta sensibilità le espressioni delle presenze umane. Per il Bistrot de Venise ha scelto un portfolio di ambiente lagunare, costituito da una selezione di immagini di stampo pittorico, improntate ad estremo minimalismo formale e di intensa suggestione visiva.

Rassegna a cura di Andrea Zaccarelli – Manifestazione con Riconoscimento FIAF n. 35/2017

 

3° INCONTRO FOVEON IN ABRUZZO: LA FOTOGRAFIA NOTTURNA

SDQH1147SPP1500©.jpg

Il Foveon non gode di una buona reputazione per le foto notturne e la cosa è dovuta soprattutto al rumore di crominanza verde che è visibile nelle aree più scure, per esempio nel cielo nero o nelle ombre più scure.

Il verde può essere anche causato dai riflessi delle luci dei lampioni esattamente come, di giorno, avviene con quelli provocati dal sole. Di giorno si può aggirare il problema eliminando il sole dall’inquadratura (del resto, con tanti obiettivi anche di marchi famosi a volte è impossibile fotografare a causa dello scarso trattamento antiriflessi), ma di notte è più difficile in quanto i lampioni sono praticamente  inevitabili nelle foto notturne urbane. Su Nadir Magazine si è già parlato dei riflessi verdi e della possibilità di eliminarli in buona parte o del tutto stesso con Sigma Photo Pro alla fine del test approfondito della Sigma sd Quattro ed ora si torna sull’argomento con un piccolo incontro “ad hoc”.

Continue reading “3° INCONTRO FOVEON IN ABRUZZO: LA FOTOGRAFIA NOTTURNA”