SIGMA 135 F/1.8 ART UN OTTIMO TELE LUMINOSO

03_Sigma-135-Art-Lisa.jpg

Su Nadir Magazine la prova sul campo dell’ottimo obiettivo Sigma 135mm F/1.8 DG HSM della prestigiosa serie Art. Secondo Rino Giardiello, direttore di Nadir Magazine, il Sigma 135/1.8 si colloca dell’Olimpo dei 135mm luminosi, al pari o meglio di tanti 135mm originali ed il suo unico rivale è lo Zeiss presente nel corredo Sony che costa quasi il doppio. Un eccellente rapporto qualità/prezzo per un obiettivo dalla resa molto gradevole e dall’ottimo bokeh. Il Sigma 135/1.8 Art è stato provato su corpi Sigma sd Quattro H, Sony A7 II e Canon 5D Mark IV per verificarne la resa su qualsiasi sensore e la precisione dell’autofocus.

Nello stesso aggiornamento di Nadir Magazine, la recensione del saggio di Alessandro Rizzitano “Strada facendo”, un piccolo libro che parla di fotografia e riporta le esperienze personali dell’Autore. Riflessioni e spunti di meditazione che mostrano la grande passione per la fotografia di Alessandro Rizzitano.

Tra gli articoli recenti ricordiamo il confronto tra medio formato e full frame digitale per ottenere la massima qualità delle immagini. In questo interessante confronto sul campo tra Hasselblad X1D e Nikon D850 entra, però, un terzo incomodo: la Sigma sd Quattro H che, con il suo sensore Foveon, è in grado di offrire una qualità ineguagliabile ed una resa molto simile a quella della pellicola.

Foto3_Sigma-sd-quattro-H

Un confronto interessante che non manca di sorprendere e la fotocamera Sigma può essere una scelta molto interessante per chi desidera una notevole qualità d’immagine senza spendere un capitale e non ha bisogno delle alte sensibilità e della velocità di scatto.

Un articolo che, con semplicità e chiarezza, fa il punto della situazione attuale per quanto riguarda la qualità d’immagine in fotografia.

01_Nikon-D850-Hasselblad-X1D

Da segnalare anche il test del Godox V860 II di recente pubblicazione, un ottimo flash dalla vocazione professionale che può sostituire i flash originali spendendo meno della metà. Tra i punti di forza, la batteria ricaricabile al Litio e l’integrazione con tutti i flash e gli accessori Godox. Spettacolare il funzionamento del Trasmettitore Radio (standard X1-T o il nuovo Xpro) montato sulla slitta della reflex. Con questo accessorio è possibile gestire in remoto ben 5 gruppi di flash ed ognuno sino a 32 flash. Il flash Godox V860 II è stato provato insieme al Godox AV360 ed alla geniale staffa Godox S-TYPE 6060 con il softbox 60×60 durante il 2° Incontro Foveon in Abruzzo tenuto dal Sigma Ambassador Rino Giardiello a Caramanico con due brave e belle modelle truccate per l’occasione dalla make-up artist Natalia Yastremskaia. Un workshop di ottimo livello nella splendida cornice delle montagne e di un casolare diroccato.

Flash-Godox-modella-Myra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...