Frammenti aldilà dell’Embarras a Napoli

Pasqualina Caiazzo-Prog-Illustra-3.jpeg

Il progetto ILLUSTRA, Frammenti aldilà dell’Embarras nasce dal concetto di vergogna ed è costituito da una personale di Pasqualina Caiazzo e da un percorso educativo e creativo, curato e diretto dall’artista stessa in collaborazione con l’educativa territoriale Kalimera.Let, rivolto a ragazzi e ragazze di età compresa tra 12 e 17 anni.

La personale di Pasqualina Caiazzo è composta da circa 14 lavori in tecnica mista posati a pavimento, che mostrano una conferma ed un’evoluzione della poetica dell’artista, legata all’idea di frammento e ricomposizione di un’immagine leggibile.

Alla pittura, arricchita da inserti di materiali e oggetti simbolici o di uso comune, si affianca il collage, che ripropone particolari di corpi, sguardi e volti appartenenti ad etnie e culture differenti, dettagli come la toppa di una serratura, una finestra aperta, indicativi dell’esplorazione di un mondo interiore, che appare personale ed allo stesso tempo condiviso con gli altri esseri umani.

L’allestimento a pavimento delle opere vuole indurre lo spettatore a riflettere sulla Vergogna attraverso la manifestazione fisica dell’atteggiamento tipico di chi la prova: ovvero abbassare la testa.

La seconda anima del progetto, ossia il percorso educativo, ha condotto i giovani alla scoperta del Sé attraverso l’elemento principe dell’autoanalisi nell’arte: l’autoritratto.

Il risultato di tale indagine è una serie di opere realizzate dai ragazzi con i materiali e le tecniche più disparate, attraverso simboli, materie, oggetti e tutto quanto possa rappresentare il Sé. Riconoscere le proprie peculiarità, accettarle ed amarle rappresenta il primo passo per liberarsi dalla vergogna.

Accanto a questi lavori, durante la serata inaugurale saranno presentati: i video BACKSTAGE, che documenta per immagini il percorso formativo, e La Vergogna, che riunisce le interviste ai ragazzi partecipanti al laboratorio; la performance di body art intitolata Allo Specchio, che evidenzia quanto il Sé e l’Altro siano entità profondamente legate, con la partecipazione di Pasqualina Caiazzo e Beatrice Sivio e il fondo scenografico costituito dalle opere di Mariano La Peruta, Delviana Spencher, Anna Solombrino, Annamaria Mosca, Anna Esposito, Sara Esposito, Tatiana Marchese, Naomi De Luca, Conny Castronuovo, Marika Esposito, Rosa Marino, Giuseppe Sannino, Vincenzo Solombrino, Enrico Russo, Manuele Buonocore, Ciro Nebbioso, Giuseppe Grassini, Pio Grassini, Giacomo Guidi, Francesco Greco realizzate durante il laboratorio didattico diretto dall’artista; la performance di canto a cappella di Nunzia Esposito del brano Comme facette mammeta ed infine la lettura del testo autobiografico di Benedetta Sivio intitolato Riconosci te stesso.

Inoltre è prevista una visita guidata della mostra con lettura testo Crucifixus di Enzo Avitabile ad opera di Rosanna Riccio.

La doppia anima di Illustra, che riunisce la natura biografica di una esposizione personale e quella di ricerca e confronto con l’esterno legata al laboratorio, deriva dalla dualità della vergogna, che genera un senso di nudità in chi la prova, bloccandolo e portandolo alla censura di se stesso, ed allo stesso tempo provoca rabbia e aggressività verso gli altri, che vengono mortificati nelle loro debolezze.

Solo analizzando la complessità di stimoli, pulsioni e traumi che fanno emergere questa emozione e le sue manifestazioni, si può giungere al loro superamento. L’obiettivo del progetto è quindi (per usare le parole dell’artista) il passaggio dalla Vergogna alla Fierezza, alla consapevolezza del proprio valore, della propria unicità e della propria dignità. Aldilà dell’Embarras, ovvero di ciò che ostruisce ed impedisce il proprio Cammino.

Le nuove generazioni, nate e cresciute in un’era digitale in cui l’apparire viene enfatizzato e replicato all’infinito attraverso la manipolazione dell’immagine e la realizzazione – a tratti ossessiva – di video e selfie, non sembrano essere colpite dalla vergogna nel loro continuo sovraesporsi.

Tuttavia, il cyber bullismo ed i fatti di cronaca che mostrano le conseguenze peggiori dell’esibizione incosciente della propria immagine, rendono necessario indirizzarli verso una più profonda consapevolezza di sé.

Progetto ILLUSTRA – scheda tecnica

ILLUSTRA frammenti aldilà dell’Embarras

progetto di Pasqualina Caiazzo

mostra a cura di Susanna Crispino

laboratorio creativo a cura di Pasqualina Caiazzo in collaborazione con Kalimera.Let – educativa territoriale

Serata inaugurale: Martedì 27 Dicembre 2016 ore 18:00

Sede: Basilica di S.Gennaro Extra Moenia – Accesso da via Capodimonte 13

Visitabile dal 28 Dicembre 2016 al 10 Gennaio 2017

Orari: tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:00 – previa visita guidata alle Catacombe

Performance

Allo Specchio

di Pasqualina Caiazzo

Performer: Pasqualina Caiazzo e Beatrice Sivio

Fondo scenografico di: Mariano La Peruta, Delviana Spencher, Anna Solombrino, Annamaria Mosca, Anna Esposito, Sara Esposito, Tatiana Marchese, Naomi De Luca, Conny Castronuovo, Marika Esposito, Rosa Marino, Giuseppe Sannino, Vincenzo Solombrino, Enrico Russo, Manuele Buonocore, Ciro Nebbioso, Giuseppe Grassini, Pio Grassini, Giacomo Guidi, Francesco Greco

Voce per “Faccia Gialla” di Enzo Avitabile: Maria Riccio

Chitarra: Benedetta Sivio

Percussioni: Alessia Capobianco, Manuele Buonocore, Giuseppe Grassini, Pio Grassini, Luigi Del Giudice, Francesco Greco

Guidati da Gennaro Quirito, Angelo Compagnone, Mario Compagnone, Massimo Stanislao, fondatori dell’Associazione Culturale SOUND ART Capodimonte, laboratorio musicale e grafico di Capodimonte.

Video: BACKSTAGE – montaggio di Pasquale Riccio, fotografie di Francesco Ricci

Video: La Vergogna – videomaker: Pasquale Riccio, fotografia: Giovanni Peluso, fotoreporter: Maria Riccio

* Programma del Vernissage (27 Dicembre 2016)

•ore 18:00

•Accesso in Basilica attraverso il percorso delle Catacombe

•Accoglienza ed aperitivo

•Proiezione del video: BACKSTAGE

•ore 18:30

•Presentazione del Progetto ad opera di Paola De Giorgio e delle opere realizzate dai ragazzi di Kalimera.let (centro di rieducazione territoriale di S. Pietro a Patierno)

•Performance: Allo specchio

•Lettura Testo biografico Riconosci te stesso di Benedetta Sivio, lettrice Daniela De Giorgio

•18:50

•Performance di canto a cappella Comme facette mammeta di Renzo Arbore voce: Nunzia Esposito

•19:00

Presentazione dei lavori di Pasqualina Caiazzo ad opera di Susanna Crispino

Visita guidata della mostra con lettura del testo Crucifixus di Enzo Avitabile interpretazione: Rosanna Riccio

Proiezione del video La Vergogna

Annunci
Inviato su NewsContrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...